sezione Enduro del MotoClubTrieste1906 asd - MotoClubTrieste1906 asd

MotoClubTrieste 1906 asd
Vai ai contenuti

sezione Enduro del MotoClubTrieste1906 asd

Camp. It. under 23/senior 2^prova Manzano (UD)

E' ripreso domenica 11 aprile il cammino del Campionato Italiano Under 23/senior di enduro che ha fatto tappa in Friuli Venezia Giulia, a Manzano (UD), per il secondo appuntamento duemilaventuno sorretto nella regia dall'omonimo motoclub della cittadina friulana e dal promoter veneto Italiano Enduro.
Organizzazione al top quella messa a terra dagli uomini del presidente Stefano Vezil che grazie anche alla disponibilità delle autorità comunali dei territori attraversati dal percorso di gara nonché di quella dei numerosi volontari presenti ha, nonostante un meteo sfavorevolmente piovoso, portato a termine l'evento con soddisfazione dei 340 partecipanti a questo 14° Enduro della Sedia valevole per l'8° memorial Marco Novello.
Attenzione è stata posta anche alle normative anti Covid-19 con assenza di pubblico, orari di segreteria personalizzati per i piloti, mascherina obbligatoria per tutti i presenti e distribuzione di ristretto numero di pass agli addetti ai lavori per l'accesso a paddock e prove speciali.
Consueto il format della gara: 3 giri di 52 km. da percorrere, 2 settori regolati da rilevamento orario di transito, uno al paddock ed il secondo in località Oleis, 3 prove cronometrate a tornata tutte rese particolarmente impegnative dalla pioggia caduta per tutta la giornata che ha allentato il terreno causando il formarsi di profondi canali dovuti ai continui passaggi dei concorrenti.
Sulla linea di partenza troviamo anche 4 giovani piloti del Moto Club Trieste che si sono messi in gioco nelle categorie junior e senior.
Bella prestazione, in classe 300 senior, per Carlo Ziber (Beta 300 2T) che ha dovuto vedersela con i numerosi e agguerriti avversari in categoria, seppur mal digerendo il tracciato del cross test ha trovato l'equilibrio negli altri tratti cronometrati così da ottenere il 12° posto a fine giornata mantenendo un buon score di risultati giro dopo giro.
Nella medesima classe Andrea Corrado (Sherco 300 2T) segue il compagno di colori di una posizione ed è 12°al traguardo con una bella gara attenta e con parziali positivi lamentando nel finale qualche rallentamento dovuto a concorrenti inesperti nei tratti più complicati.
Nel raggruppamento juniores esordio agonistico per Patrik Zettin (Sherco 300 4T) alla sua prima esperienza che lo vede classificarsi 14°in classe 450, dopo una gara impegnativa per il risvolto meteo: risultato che gli da forza e lascia trasparire fiducia ed impegno per il futuro.
Ancora uno junior, Riccardo Rampas (KTM 250 2T) in classe 250 2T, giunge 20°con una prestazione regolare e con tanta voglia di tagliare la linea del traguardo, impegno che gli fa onore e dimostra la sportività del giovane rider alabardato.
Il prossimo appuntamento con il tricolore Italiano Under 23/Senior è per il 2 maggio a Tolve (PZ) ospiti del Moto Club Alta Murgia.


Assoluti d'Italia enduro 7^/ 8^prova Arma di Taggia (IM)

Si è concluso sulla riviera ligure di ponente, ad Arma di Taggia (IM), il cammino del Campionato Assoluti d'Italia e Coppa Italia di enduro che ha visto durante il week end appena trascorso proclamare i suoi vincitori dopo una non facile stagione dovuta all'emergenza Covid-19 la quale ha messo i bastoni letteralmente tra le ruote ai club organizzatori ed al promoter Italiano Enduro: la 7^ e 8^ prova 2020 allestita dal Moto Club Sanremo. egregiamente e con attenzione ai protocolli sanitari, incorona quindi pure il lavoro della FMI e del promoter veneto.
Classico il format dell'evento con un tracciato di 45 km. da ripetere 4 volte il sabato e 3 la domenica, due controlli orari con assistenza (al paddock e presso il campo di motocross di Beuzi) e 3 prove speciali a tornata: 1500 mt. per il cross test in località Riva Ligure con sassi e prato, 3000 mt per lExtreme test in Regione Castelletti su terreno duro e 4500 mt. per l'enduro test di Beuzi pure su fondo consistente.
Giudicato molto bello il tutto che aiutato da un meteo favorevole e dalla folta partecipazione di forti piloti nazionali e molti di caratura mondiale ha calato il sipario sul massimo campionato tricolore nel migliore dei modi.
Immancabile, in tale contesto, la presenza dei drivers del Moto Club Trieste Alessandro Battig (Honda 450 4T Team Specia Honda Red Moto) e Pietro Collovigh (Beta 300 2T RS Moto di Udine e Trieste) rispettivamente nelle classi 450 4T e 300 2T.
Molto bene l'avvio del sabato per Battig che incappa, nel corso del secondo test enduro, in una scivolata che lo costringe a rincorrere e concludere 3°la giornata.
Grande combattente si rivela alla domenica alternandosi nelle prime tre posizioni con i due principali avversari: taglia il traguardo di nuovo al 3° posto evidenziando con la 20^ casella nella classifica assoluta una corsa di elevato spessore. Nella graduatoria finale del tricolore è quarto frenato nel risultato complessivo dall'infortunio di metà stagione.
Buon avvio, nella prima giornata, anche per Collovigh che con un ritmo regolare e guida attenta stacca la 10^ posizione.
Alla ripartenza della domenica si dimostra più tonico e questo lo porta al 9° posto dopo i tre giri previsti che lo portano così a risalire nell'assoluta di alcune posizioni: l'impegno profuso nella stagione lo vede 8° nel tricolore di una categoria composta da buone "manette".
A SANREMO IL PILOTA DEL MOTO CLUB TRIESTE FABRIZIO HRIAZ CONQUISTA L'11°TITOLO ITALIANO

Buone nuove dalla riviera ligure di ponente per l'enduro nostrano con Fabrizio Hriaz ed Ivo Zanatta mattatori di giornata nelle rispettive classi e con il primo a conquistare così l'11°titolo tricolore in carriera (categoria superveteran quest'anno, ndr.) ed il secondo a fregiarsi di quello di vice campione nel raggruppamento veteran 4T.
E' stato il Moto Club Enduro Sanremo ad accogliere -domenica 13 dicembre per la terza prova del Campionato Italiano enduro riservato ai piloti over 35- la manifestazione che ha assegnato gli allori bianco-rosso-verdi 2020: 195 i drivers allo start che assieme ai 111 "colleghi" del torneo regionale hanno invaso pacificamente la città dei fiori in questa competizione, forzatamente quasi invernale, a causa di tagli e rinvii all'attività sportiva motoristica nel corrente anno dovuti all'emergenza Covid-19.
Un plauso va rivolto agli uomini del presidente del sodalizio sanremese Romano Capacci per l'organizzazione dell'evento ed al team di Italiano Enduro ed FMI per la sapiente gestione annuale di tutto il movimento enduristico nazionale.
Venendo alla gara, 40 sono stati i km. di un tracciato da percorrere 3 volte con 3 prove speciali ogni tornata: un cross test di 1500 mt. tutto sabbia sul lungomare, un impegnativo enduro test di 4000 mt. notevolmente "guidato", bagnato con pietre ed un secondo di 3000 mt. più scorrevole ma sempre da percorrere attentamente.
Piacevole il meteo con sole e temperature primaverili che hanno accompagnato i contendenti nelle loro evoluzioni e durante le soste al controllo orario del paddock presso il Portosole della località rivierasca ed al successivo posto, nell'immediato entroterra, a San Romolo.
Ed è in questa giornata baciata dal sole che Fabrizio Hriaz (Husqvarna 450 4T) con una perentoria vittoria, pone l'11°sigillo sull'albo d'oro personale conquistando un alloro tricolore meritatissimo: serio, semplice, determinato, umile, in sella sicuro e veloce, passione e sportività da vendere e manetta invidiabile, fanno di lui un esempio per il mondo fuoristrada su due ruote artigliate.
Mai messa in discussione quest'anno la sua leadership in classe superveteran 4T, dove anche in questa chiusura di campionato ha espresso le sue doti di controllo della situazione che l'esperienza gli ha affidato dopo 34 anni di competizioni a tutti i livelli.
Il Moto Club Trieste gioisce pure per il titolo di vice campione italiano 2020 nella classe veteran 4T conquistato da Ivo Zanatta (KTM 350 4T) che con una prestazione di alto livello in questo ultimo appuntamento ha ribadito la sua forza realizzando ottimi riscontri cronometrici nelle prove speciali. Ancora il pilota di Montebelluna protagonista di giornata con il 2° posto nel Challenge KTM Major veteran che lo fa salire sul terzo gradino del podio stagionale del Trofeo.
Sfortunato Michele Terdina (Yamaha 250 4T), terzo componente della trasferta in terra ligure, costretto al ritiro per problemi elettrici.
Ora il mondo agonistico su due ruote si ferma, come sempre per la stagione fredda, sperando in un 2021 migliore per tutti.

Ufficio Stampa Moto Club Trieste
Santa Maria la Longa (UD) ha ospitato, domenica 1° novembre, la 6^ tappa dell'Offroadcup serie di manifestazioni dedicate al mondo delle due ruote fuoristrada organizzate dalla CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale): 68 i drivers al via con la classica modalità -apprezzata da tutti- dell'enduro sprint comprendente le prove cronometrate atte a stilare l'ordine di partenza delle singole prove speciali e l'effettuazione delle stesse, quattro al mattino e altrettante nel pomeriggio.
Un meteo autunnale, con leggera nebbia all'avvio e velato nel prosieguo dell'evento, non ha scoraggiato certamente i contendenti che si sono misurati tra loro lungo un bel fettucciato terra/erba tecnico e pure in parte scorrevole e veloce asciugatosi al passaggio dei concorrenti dopo le prime fasi scivolose.
Numerosi i piloti del Moto Club Trieste tra i partenti i quali hanno ottenuto ottimi risultati:
Marino Pocecco (Aprilia 2T) 2°classe EPA moto epoca fino 175cc.
Andrea Carli (Kawasaki 4T) 2°classe 204 moto 4Tfino 2001
Fabio Kocina (KTM 2T) 2°classe EPB moto epoca oltre 175cc.
Efrem Paoletti (KTM 2T) 3°classe MINI
Dario Paoletti (Honda 2T) 4°classe 202 moto 2T fino 2001
Graziano Albanese (Yamaha 4T) 5°classe MX1
Stefano Sferza (KTM 2T) 7° classe 2T
Mario Giamporcaro (KTM 2T) 8°classe 2T
Dario Lunder (KTM 2T) 9°classe 2T
Giacomo Iride (Kawasaki 2T) 10°classe MINI
Gianluca Leoni (Montesa 2T) 11°classe MX1
Domenico Romanazzi (KTM 4T ) 12°classe MX1
Offroadcup CSEN 6^ prova S. Maria la Longa
Un meteo autunnale, con leggera nebbia all'avvio e velato nel prosieguo dell'evento, non ha scoraggiato certamente i contendenti che si sono misurati tra loro lungo un bel fettucciato terra/erba tecnico e pure in parte scorrevole e veloce asciugatosi al passaggio dei concorrenti dopo le prime fasi scivolose.

Assoluti d'Italia enduro 7^/ 8^prova Arma di Taggia (IM)
Immancabile, in tale contesto, la presenza dei drivers del Moto Club Trieste Alessandro Battig (Honda 450 4T Team Specia Honda Red Moto) e Pietro Collovigh (Beta 300 2T RS Moto di Udine e Trieste) rispettivamente nelle classi 450 4T e 300 2T.
Camp.TRV enduro 3^prova Bibione (VE)



 
Non certamente facile è stato il week end autunnale del 10/11 ottobre per i ragazzi del Moto Club BB1 Bibione i quali si sono impegnati, riuscendoci malgrado le inclementi condizioni meteo, nell'organizzare al sabato in notturna la Night Race Show di motocross a squadre e il giorno seguente il 3° round del campionato triveneto enduro 2020.
 
Per due giorni la cittadina veneta ha dato spazio alle due ruote artigliate ed in particolar modo la sua sabbia è stata teatro dei duelli tra i piloti presenti alla kermesse: sabato, dopo il tramonto e con l'ausilio dell'illuminazione artificiale, è il motocross con le evoluzioni dei suoi drivers lungo il tracciato tutto sabbia -disegnato sulla spiaggia- accompagnato dall'azzeccata colonna sonora musicale nonché dal "via alle danze" dato dall'esperta e coinvolgente speaker Elisabetta Caracciolo a creare del tutto suggestiva la gara.
 
Ben 50 i conduttori presenti e tra di loro c'è Pietro Collovigh che con la Beta 300 2T della RS Moto di Udine e Trieste si piazza 2°nella sua batteria di qualificazione risultando così con il 9° tempo per l'allineamento nelle 3 heat previste di 10 minuti più 1 giro.
 
Trovandosi a suo agio sull'impegnativo e non troppo consueto terreno e guidando deciso, ottiene un P. 8 - 6 - 5 di tutto rispetto che lo porta a concludere nell'assoluta individuale a un significativo 4°posto finale.
 
La prima positiva giornata va così in archivio con soddisfazione per il club organizzatore con piloti ed accompagnatori che si danno appuntamento al mattino seguente per l'enduro classico non senza preoccupazione per le poco confortanti previsioni meteorologiche.
 
Apprensione giustificata, nella notte inizia a piovere insistentemente e sarà così, a parte brevi interruzioni, sino al primo pomeriggio: una bora “moderata" e, fortunatamente, non particolarmente opprimente si aggiunge alla pioggia la quale mette in forse la tenuta del terreno fettucciato della prova di enduro sita nell'immediato entroterra bibionese.
 
Dopo un sopralluogo la direzione di gara, suo malgrado, decide di eliminare la suddetta prova cronometrata e con lei, ovviamente, il percorso per andare e ritornare al paddock di piazzale Zenith riducendo il tutto a 4 cross test sulla sabbia, diventati poi 3, con un breve trasferimento.
 
Grande la volontà di tutto l'entourage della manifestazione, piloti compresi, nel voler portare a termine l'evento, cosa puntualmente avvenuta e culminata con le premiazioni di rito.
 
Molti sono stati i portacolori del Moto Club Trieste che hanno partecipato alla gara ottenendo ottimi risultati:
 
In classe Elite, Alessandro Battig (Honda 450 4T Team Specia Honda Red Moto) ancora attento per ritornare in forma dopo l'infortunio alle costole, coglie un buon 3° posto su un terreno impegnativo un pò per tutti.
 
Ennesima 1^ posizione per Fabrizio Hriaz (HSQ 450 4T) in classe superveteran, dove una caduta alla prima tornata cronometrata lo ha costretto ad un recupero inaspettato in forza delle sole 3 "speciali" disponibili per la classifica finale.
 
Ivo Zanatta (KTM 350 4T) conclude al 1°posto la categoria veteran sulla sabbia che non disdegna alla stregua di Pietro Collovigh ( Beta 300 2T) che conquista il 2°gradino del podio nel raggruppamento senior 2T.
 
Nella medesima classe Carlo Ziber (Beta 250 2T) conclude buon 6°la sua fatica tra diverse buone "manette".
 
Michele Terdina (Yamaha 250 4T) con un 5°nella superveteran, continua la serie di buoni piazzamenti su tutti i terreni così come Gabriele Pastorutti (KTM 250 2T) giunto 6° tra gli expert major 2T.
 
Infine Andrea Corrado (Sherco 250 2T) conclude 14°la senior 2T complice anche il terreno per lui inusuale.
 
Ottimo risultato inoltre nella classifica a squadre per il club alabardato che lo vede al 1° posto pari merito con il Pino Medeot di Gorizia ed il Manzano per quanto riguarda il campionato, mentre, vista la discriminante del quarto componente, sale sul 3° gradino del podio di giornata.
 
Il prossimo ed ultimo appuntamento con il campionato triveneto enduro è per l'8 novembre a Gorizia, ospiti del Moto Club Pino Medeot.
Battig e Collovigh (Moto Club Trieste) si fanno valere agli Assoluti d'Italia di enduro

Un'assolata Carsoli (Aq) ha accolto lo scorso fine settimana il "circus" degli Assoluti d'Italia/Coppa Italia di enduro nella disputa della la 3^ e 4^ del relativo campionato tricolore di specialità.
Nella giornata di sabato con temperature decisamente estive (attorno ai 36 °C) i partecipanti hanno avuto il loro bel da fare lungo il tracciato di 47 km. preparato dagli uomini del locale Moto Club Carsoli Enduro che prevedeva di percorrere 4 giri prima di mettere la moto nel parco chiuso per la partenza del giorno seguente.
A causa della presenza di molta polvere in corso d'opera la direzione di gara -saggiamente e guardando prima di tutto alla sicurezza- ha aumentato di 30 minuti la percorrenza del primo "controllo", quello cioè che portava i piloti a Montesabinese per far partire i drivers più distaccati nella prova speciale di enduro togliendo di fatto la tornata conclusiva.
Belle ed impegnative le 3 prove cronometrate previste ad ogni passaggio formate, nell'ordine, da un enduro test di 5 km. in località Colli di Montebove misto/veloce e tecnico con pietraie, un'extreme test nei pressi di 3 km. su mulattiera ed un cross test di 4 km. in località via Villaro su prato/terra con contropendenze.
Bene l'organizzazione del club del presidente Pierluigi Pantalone e puntuali gli avvisi della direzione di gara in loco ed anche sul sito web dell'evento.
Immancabile all'appuntamento il Moto Club Trieste con i suoi piloti Alessandro Battig (Honda 450 4T Team Specia Honda Red Moto) in classe 450 e Pietro Collovigh (Beta 300 2T RS Moto di Udine e Trieste) in classe 300.
Positivo il 4°posto di Battig considerate le noie alla frizione accusate all'avvio di giornata nel corso del giro d'apertura che lo hanno "disturbato" in particolar modo nel test extreme facendolo ruzzolare indietro in graduatoria alla chiusura del primo anello: prese le dovute misure ha poi aumentato il suo ritmo scalando la classifica (24° il piazzamento finale nell'assoluta) con un ultimo giro decisamente in crescita.
Bene anche Collovig, 11° alla conclusione, in una classe impegnativa e densa di facce conosciute che non si risparmiano certamente neanche sotto la canicola: prestazione regolare la sua e punti racimolati in ottica campionato.
Gara fotocopia, a parte le partenze più scaglionate, della prova di 24 ore prima ed ottime performance dei piloti del Moto Club Trieste anche la domenica.
Con una gara da manuale, attenta seppur aggressiva, Battig coglie un meritato 3°posto dietro ai forti Salvini e Cavallo portando a termine la sua prova sempre in crescendo e risultando cosi 14° nell'assoluta di giornata: grande e' stata la battaglia con il suo diretto avversario Facchetti che ha premiato il pilota alabardato, senza nulla togliere al driver del Moto Club Lago d'Iseo, con un distacco di un secondo e 13 centesimi.
Bella pure la prova di Collovigh che chiude 10° nel suo raggruppamento con buoni parziali e migliorando di 20 posizioni rispetto a sabato il piazzamento nell'assoluta di giornata che lo portano a classificarsi 3° nella speciale graduatoria denominata Coppa FMI riservata ai conduttori nati dal 2004 e precedenti che possiedono un ranking iniziale tra 90 e 130 ed una moto a 2 tempi.
Bottino di tutto rispetto per il club triestino in attesa del prossimo mese quando riprenderanno i campionati tricolori, triveneto e regionale FVG.
Camp.TRV enduro 3^prova Bibione (VE)
Camp.TRV enduro 3^prova Bibione (VE)
Non certamente facile è stato il week end autunnale del 10/11 ottobre per i ragazzi del Moto Club BB1 Bibione i quali si sono impegnati, riuscendoci malgrado le inclementi condizioni meteo, nell'organizzare al sabato in notturna la Night Race Show di motocross a squadre e il giorno seguente il 3° round del campionato triveneto enduro 2020.
Il Moto Club Trieste pronto alla ripartenza dei campionati fuoristrada 2020
Non e' semplice ripartire dopo lo stop generato dall'emergenza COVID 19 che ha fermato tutto e tutti lasciandoci segnati da un'esperienza difficilmente cancellabile: un ricordo va a chi purtroppo non ce l'ha fatta, un grazie a chi ha dato se stesso per gli altri negli ospedali, a chi altruisticamente si è messo a disposizione delle persone in difficoltà senza chiedere nulla ed anche a chi è stato chiuso in casa 3 mesi contribuendo con il suo comportamento ad uscire dal tunnel.
Camp. It. motocross epoca GR. 5 1^ prova Bellinzago Novarese (NO)
Un meteo ideale ha accompagnato i conduttori nelle loro performance: all'appello anche un pilota del Moto Club Trieste, Mario Massarotti (Honda), che ha affrontato così la prima trasferta di questo travagliato anno sportivo. ...
Ph.: Blazyfotosport
2^ prova Offroad Cup CSEN Gonars (UD)
E' ripreso, dopo i lunghi mesi di lockdown causato dal Coronavirus, domenica 5 luglio il campionato fuoristrada Offroad Cup curato dalla sezione motociclismo FVG del Centro Sportivo Educativo Nazionale.
Battig e Collovigh si fanno valere agli Assoluti d'Italia di enduro
Un'assolata Carsoli (Aq) ha accolto lo scorso fine settimana il "circus" degli Assoluti d'Italia/Coppa Italia di enduro nella disputa della la 3^ e 4^ del relativo campionato tricolore di specialità. Positivo il 4°posto di Battig considerate le noie alla frizione accusate all'avvio di giornata. Bene anche Collovig, 11° alla conclusione, in una classe impegnativa
2^ prova Offroad Cup CSEN Gonars (UD)

 
E' ripreso, dopo i lunghi mesi di lockdown causato dal Coronavirus, domenica 5 luglio il campionato fuoristrada Offroad Cup curato dalla sezione motociclismo FVG del Centro Sportivo Educativo Nazionale.
Nella location prevista, la pista di motocross sita nei pressi di Gonars (UD) in località Chiapponat, si sono presentati 64 piloti desiderosi di ritornare in sella e lottare contro il cronometro: la formula di gara prevedeva 4 test cronometrati al mattino su di un tracciato comprendente la pista di motocross con l'aggiunta di quello da enduro che si sviluppa nel complesso.
Per il pomeriggio, abbandonate le due manche previste a gruppi stile cross country, si è scelto di disputare altre 3 sessioni a cronometro come le precedenti: separate, alla fine, le classifiche mattutine da quelle quelle pomeridiane a formare per il campionato due prove distinte, per la premiazione di giornata si è invece tenuto conto della somma di queste.
Buono si è presentato il meteo con sole estivo e tracciato scorrevole con la presenza però di polvere visto il terreno secco composto da terra e ghiaia.
Nutrita la presenza dei driver del Moto Club Trieste ed ottimi i risultati raggiunti dal gruppo alabardato, di seguito i piazzamenti relativi alla prima frazione con aggiunta, per chi li ha modificati, di quelli della seguente:
 
- Efrem Paoletti (KTM) 1° classe Mini
- Marino Pocecco (Aprilia) 1° classe EPA fino a 175cc.
- Marco Leoni (Honda) 2° classe 204 moto 4T fino al 2001
- Andrea Carli (Kawasaki) 3° classe 204 moto 4T fino al 2001
- Fabio Kocina (KTM) 3° classe EPB oltre 175cc
- Giorgio Iride (TM) 3° classe 202 moto 2T fino al 2001
- Dario Paoletti (Honda) 4° classe 202 moto 2T fino al 2001
- Robert Kovic (Yamaha) 5° classe 125cc, 3° nella frazione pomeridiana
- Mario Giamporcaro (KTM) 6° classe 2T, 7° nella frazione pomeridiana
- Franco Korenika (KTM) 7° classe MX1, 8° nella frazione pomeridiana
- Dario Lunder (KTM) 8° classe 2T, 6° nella frazione pomeridiana
- Giacomo Iride (Kawasaki) 11° classe Mini, 10° nella frazione pomeridiana
Piazzale De Gasperi, 4 - c/o Ippodromo di Montebello - 34139 Trieste
cod.fisc. e p.i.: 00839390325


Created With WebSite X5

ASD - MotoClubTrieste - 1906
Torna ai contenuti